Argomenti quotidiani:

Roma, sequestro preventivo del palazzo occupato da Casapound

Roma, sequestro preventivo del palazzo occupato da Casapound

Data: 4 Giugno 2020 09:00

Al termine di un' indagine condotta dalla Digos della Questura di Roma, la Procura della Repubblica capitolina ha chiesto ed ottenuto dal Gip il sequestro preventivo, con riferimento al reato di occupazione abusiva,dell'immobile in via Napoleone III, sede del movimento Casapound. Sono in corso le procedure per la notifica del provvedimento. Lo rende noto la Questura di Roma. Contro la sede di Casapound è in piedi una procedura di sgombero avviata lo scorso 19 luglio dal Demanio, accompagnata da una denuncia alla procura di Roma. La Corte dei Conti ha calcolato un danno erariale di 4,6 milioni per omessa disponibilità del bene e mancata riscossione dei canoni da parte del Demanio stesso e del Miur.

Sedici anni dopo l'occupazione da parte dei militanti di Casapound dello stabile di via Napoleone III a Roma è arrivata la notifica di sgombero da parte delle forze dell'ordine. Dieci mesi fa c'era stata la rimozione della scritta esterna, per non incorrere in una multa della Polizia locale del Campidoglio, ieri sera l'incontro informale con le forze dell'ordine per comunicare la richiesta del Demanio di lasciare l'immobile. Dalla formazione di estrema destra, per ora, arriva solo un "no comment" alla domanda di chiarimenti.

Tutta da capire anche l'eventuale tempistica di uno sgombero, vista l'emergenza Covid-19 ancora in corso. Sede in epoca fascista dell'ente per l'istruzione media e superiore, in seguito di uffici del Miur, il palazzo in zona Esquilino è stato occupato a fine dicembre 2003. Attualmente all'interno di Casapound vivrebbero circa 20 famiglie, stando alle norme sull'emergenza abitativa il Campidoglio sarebbe tenuto ad offrire una sistemazione alternativa agli eventuali aventi diritto prima dello sgombero.

Di Stefano: "Informazioni apprese dalla stampa"
"Non sono a conoscenza di incontri avvenuti ieri tra Questura di Roma e dirigenti di Casapound. Avevo solo letto notizie di stampa. In seguito ho letto la smentita della Questura". Lo spiega il responsabile romano di Casapound, Davide Di Stefano


Tags:  Roma sequestro preventivo del palazzo occupato da Casapound


COMMENTI


Notizie popolari

NOVITÀ LAST MINUTE