Argomenti quotidiani:

Coronavirus: oggi 4.782 nuovi casi, 1.118 guariti e 727 vittime

Coronavirus: oggi 4.782 nuovi casi, 1.118 guariti e 727 vittime

Data: 1 Aprile 2020 16:39

I dati aggiornati in Italia e nel mondo

In Italia sono 80.572 le persone attualmente positive al coronavirus, con un incremento di 2.937 unità rispetto al dato di ieri, secondo quanto riferito dal capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel briefing quotidiano per fare il punto sull'epidemia. "Oggi i guariti sono 1.118": Il numero dei decessi sale a quota 13.155. Sono 727 i malati di covid-19 deceduti nelle ultime 24 ore. I malati di covid-19 ricoverati in terapia intensiva sono oggi 4.035. Sono 12 in più rispetto a ieri. Degli attuali 80.572 positivi al coronavirus, 28.403 sono ricoverati con sintomi, 4.035 in terapia intensiva e 48.134 in isolamento domiciliare. I casi totali da inizio emergenza sono 110.574, inclusi i deceduti (13.155) e i guariti (16.847).




L'analisi
Sale a 110.574 il numero di casi totali di coronavirus in Italia, con un aumento di 4.782 unità rispetto a ieri, cioé un'impennata rispetto ai 4.053 che si riferivano a lunedì su martedì e che quindi interrompe il trend in discesa che si era registrato a inizio settimana. Nel contempo è importante però la conferma nel rallentamento nei nuovi ricoveri, soprattutto in terapia intensiva, passati dai +42 di ieri ai +12 di oggi. Dati forniti dal capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel briefing quotidiano con la stampa per fare il punto sulla diffusione dell'epidemniia in Italia.E torna a scendere il numero di decessi giornalieri, che sono 727 più di ieri (contro gli 837 di lunedì su martedì). Sul fronte guariti, oggi il Dipartimento della Protezione civile ne segnala 16.847 (+1118 su ieri, 9 in più sul dato di lunedì su martedì). Il numero di persone attualmente positive torna a salire rispetto a 24 ore fa, +2.937 contro i +2.107 indicati ieri, portando il totale a 80.572. I guariti sono 16.847 (+1.118) i morti sono 13.155. Degli attualmente positivi, 28.403 sono ricoverati (+211 su ieri, mentre erano stati +397 su lunedì), 4.035 sono in terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare sono 48.134 (+2.714, contro i + +1.668 di ieri). Il numero di tamponi è salito a 541.423 (+34.455). 

Oltre 94 milioni di donazioni a Protezione civile
"Abbiamo ricevuto donazioni sul conto corrente della protezione civile di 94.976.00 euro", abbiamo già speso 8 milioni e stiamo facendo bonifici per i dispositivi di protezione personale". Lo ha detto il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, in conferenza stampa.

Circolare Viminale non cambia nulla
"La circolare del Viminale di ieri va letta per come è stata scritta. Fa riferimento alle limitazioni vigenti: non c'è alcun cambiamento delle strategie in atto che hanno dato risultati importanti". Lo ha detto Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria nella conferenza stampa quotidiana alla protezione civile. "Il messaggio resta sempre lo stesso: restare a casa". "Esiste un Dpcm che indica chiaramente i divieti e tutto resta esattamente come è". "Portare un bambino a spasso in carrozzina - ha aggiunto - è irresponsabile, vanno rispettate tutte le misure di distanziamento sociale". Villani ha precisato "che non ci sono bambini gravi affetti da coronavirus".

103 trasferiti fuori Lombardia
"Dall'inizio dell'emergenza sono 103 i malati trasferiti dalla Lombardia in altre strutture in Italia e all'estero, 30 dei quali sono stati trasferiti in Germania". Così Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile, in
conferenza sul coronavirus.

Errore stock mascherine non Ffp2 a medici
E' stato un errore la consegna di uno stock di centinaia di migliaia di mascherine a personale medico, attraverso la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, e che sono risultate inadatte al personale sanitario, erano invece mascherine destinate alla popolazione a scopo collettivo, ovvero a non addetti ai lavori. Lo ha chiarito il capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli. Lo stock in questione proveniva dalla Cina e i 620mila dispositivi individuali di protezione erano la prima tranche di un milione di pezzi di mascherine che erano indicate come Ffp2 per uso sanitario che avrebbero dovuto costituire una sorta di "riserva straordinaria", in capo agli Ordini provinciali. Borrelli ha chiarito anche che all'esterno era riportata la dicitura Ffp2 e poi è stato accertato che in realtà non erano di quel tripo. Le mascherine erano arrivate ieri in tarda mattinata, tramite corrieri, agli Ordini capoluogo di Regione. A seguito però di una prima verifica effettuata da alcuni presidenti d'Ordine, tra i quali lo stesso presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, erano appunto sembrate non idonee all'uso sanitario e il caso era stato prontamente segnalato a Borrelli e al commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri.

Tamponi solo su sintomatici evidenti
"I tamponi, così come prevede l'Oms, sono effettuati solo sui sintomatici evidenti. Possono esserci anche i
lievemente sintomatici che non fanno i tamponi". Così Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile, in conferenza sul coronavirus. "Se non viene eseguito vuol dire che non c'è l'indicazione a farlo", aggiunge Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria. "A coloro che hanno davvero bisogno dei tamponi viene eseguito. In caso contrario non c'è bisogno di farlo. La sola febbre non costituisce indicazione".


Tags:  Coronavirus oggi 4782 nuovi casi 1118 guariti e 727 vittime


COMMENTI


Notizie popolari

NOVITÀ LAST MINUTE